21 settembre 2012

I Radiohead arrivano in Italia. Per salvare il Polo Nord


greenpeace save the arctic
Vi piacciono i Radiohead? Sappiate che domani inizia il loro tour italiano, con la tappa di Roma. Cui seguiranno, rispettivamente il 23, 25 e 26 settembre, Firenze, Bologna e Codroipo, in provincia di Udine (cosa ci faranno poi i Radiohead a Codroipo, boh?). Se andrete a vederli – e a sentirli, soprattutto – non preoccupatevi se sarete accolti ai cancelli da un orso polare munito di carta e penna. Thom Yorke e i suoi non sono impazziti. Il bianco plantigrado rientra nella loro adesione alla campagna di Greenpeace “Save the Arctic”, che l'associazione ha lanciato, come dice il nome, per sensibilizzare la gente sui problemi del Polo Nord, dal riscaldamento globale – con tanto di scioglimento dei ghiacci – alle trivellazioni petrolifere. Un'istanza che condividono anche i Radiohead, a quanto pare, che hanno ingaggiato un finto orso polare per chiedere ai loro fan di firmare la petizione di Greenpeace. Non solo. La band ha anche firmato il brano “Everything in its right place”, colonna sonora del video della campagna, in cui un’orsa bianca (finta, ma giuro che sembra vera, guardare per credere!) si aggira spaesata per Londra, fiaccata dagli effetti del  cambiamento climatico e dalla mancanza di cibo e di luoghi sicuri in cui rifugiarsi.
Chi non potesse essere presente ai concerti, ma vuole unirsi al coro pro-artico, può aderire all'iniziativa visitando il sito www.savethearctic.org, dove 1 milione e 800mila persone circa hanno già sottoscritto la petizione. Al raggiungimento della duemilionesima firma, Greenpeace inserirà tutti i nominativi in una capsula che verrà collocata proprio sul fondo dell’Artico, a una profondità di 4 chilometri (non è che inquina, mi chiedo io?).

Questo è il video del brano dei Radiohead per Save the Arctic:


Nessun commento: