Visualizzazione post con etichetta Arte. Mostra tutti i post
Visualizzazione post con etichetta Arte. Mostra tutti i post

04 luglio 2012

Naturalia Animalia: libri d'artista per raccontare la natura


mostra natura animali
Novanta artisti italiani e stranieri coinvolti nella creazione di libri d'artista dedicati al tema atavico della convivenza tra l'uomo e la natura. Sono i protagonisti del progetto Naturalia Animalia, dal quale trae origine l'omonima mostra collettiva in programma a Sannicola (Lecce) dal 9 al 12 luglio. Un progetto dedicato non solo alla storica alleanza tra gli esseri umani e il mondo naturale, ma anche, purtroppo, agli squilibri che questo rapporto ha mostrato negli ultimi decenni, agli abusi dell'uomo ai danni degli altri animali e dell'ambiente in generale. I libri d'artista, in questo senso, rappresentano un invito alla riflessione, ma sono anche intrisi di nostalgia e di rimpianto per quello che non è più. Numerose le tecniche di lavorazione adoperate, che prevedono l'impiego di inchiostro e di coloranti naturali, di oggetti solidi come foglie, petali, conchiglie e cortecce. Strumenti che gli autori utilizzano per cantare la bellezza della natura e degli animali, per celebrare la loro potenza ferita, per consolare in qualche modo il loro dolore.

08 giugno 2012

Luoghi del cuore: il Fai lancia il censimento 2012

Chi di noi non conserva in fondo al cuore un “luogo speciale” legato a ricordi ed emozioni particolari? Che sia un piccolo borgo impreziosito dal tempo, uno scorcio di mare pieno di luce o un paesaggio di campagna inondato dal silenzio, scommetto che tutti coltivano un rapporto privilegiato con un piccolo angolo d'Italia. Grazie al FAI (Fondo per l'Ambiente Italiano) e al suo censimento dei Luoghi del cuore, quest'anno è possibile segnalare un “pezzetto” del territorio nazionale particolarmente pregevole dal punto di vista naturale o storico-artistico, condividendolo con tutti e consacrandolo anche al ricordo delle generazioni future. Le segnalazioni saranno inoltre accuratamente valutate dal Fai, che in questo modo potrà individuare i Luoghi del cuore particolarmente meritevoli di tutela e riqualificazione, salvandoli dal degrado e dall'oblio. Giunto alla sesta edizione, il censimento viene realizzato in collaborazione con Intesa Sanpaolo a scadenza biennale. Nel 2010, l'iniziativa ha ottenuto un clamoroso successo, con ben 464.649 segnalazioni ricevute. Per l'edizione di quest'anno, il Fondo per l'ambiente punta a superare i confini nazionali, aprendo per la prima volta il censimento anche ai cittadini non italiani che amano un luogo speciale della Penisola. Segnalare il proprio Luogo del cuore è semplice: basta entrare nel sito ufficiale del progetto e accedere all'apposita sezione. Per inviare la propria indicazione c'è tempo fino al 31 ottobre 2012.

10 febbraio 2012

Il fuoco della Natura: a Trieste una mostra "multimediale"

Il nome mi fa già rimpiangere il fatto di essere troppo lontana da Trieste per poter vedere questa mostra. "Il fuoco della Natura", si chiama così l'esposizione che inaugura domenica 12 febbraio nel salone degli Incanti dell'ex Peschiera triestina (riva Nazario Sauro, 1). Per l'occasione, saranno proposte al pubblico le opere di 82 artisti contemporanei provenienti da 18 Paesi diversi (Australia, Cile, Cuba, Germania, Giappone Gran Bretagna, Israele, Italia, Macedonia, Messico, Paesi Bassi, Polonia, Russia, Slovenia, Spagna, Stati Uniti, Svezia e Svizzera). Dipinti, fotografie, sculture, video e installazioni: le tecniche artistiche proposte sono le più disparate, ma il tema ricorrente è la forza degli elementi naturali, immortalati in un momento di grande instabilità degli ecosistemi a causa dei cambiamenti climatici. I visitatori potranno ammirare paesaggi di ogni genere, dalle foreste pluviali dell’America Latina ai mari artici, dal bush australiano al deserto della California, dalle Dolomiti al Monte Fuji.

17 dicembre 2011

Un Natale austero? Macché: artistico e green!


Quello che sta per arrivare sarà un Natale di austerità. Lo sentiamo ripetere da tutte le parti e in molti casi sono le nostre stesse finanze a ricordarcelo. Ma forse non tutti i mali vengono per nuocere. La crisi, come accade spesso, potrebbe rivelarsi un'opportunità, oltre che un problema, permettendo di guardare le cose da un'altra prospettiva. Perché, allora, non fare buon viso a cattivo gioco e trasformare un Natale forzatamente all'insegna dell'economia in un Natale volutamente improntato all'ecologia? Oltre ai tantissimi suggerimenti disponibili in rete per rendere le nostre festività frugali ed eco-friendly (vi segnalo, tra i numerosi spunti, i suggerimenti di Letizia Palmisano, blogger ed eco-amica), ad aiutarci a entrare nello spirito giusto ci aiutano gli addobbi e le decorazioni a basso impatto ambientale creati da designer, artisti e creativi in tutto il mondo.

14 dicembre 2011

Design by nature: quando la creatività è "naturale"

Oggi vi segnalo una pubblicazione che ho incrociato sul blog Affreschi  Digitali, del giornalista infografico Gabriele Cazzulini. Si tratta del libro "Design by nature" di Maggie Macnab (Pearson Education, 312 pagine, circa 45 $). Il volume raccoglie marchi, logotipi e oggetti di design realizzati ispirandosi ad elementi naturali. Una specie di manuale della comunicazione visiva in salsa "verde", potremmo dire, che ci ricorda come la natura sia spesso una musa per creativi, illustratori e grafici. Da sempre, infatti, le forme, le sagome e le ripetizioni tipiche degli elementi naturali (foglie, scheletri, strutture molecolari, etc) sono oggetto di imitazione e rivisitazione di artisti e designer. Non so se l'autrice abbia voluto "riabilitare" il design agli occhi degli eco-puristi che lo considerano qualcosa di artificiale (se non addirittura anti-naturale), oppure se il suo intento sia quello di dimostrare che, in fondo, la creatività umana è nulla senza un'ispirazione dall'esterno. Quale che sia l'obiettivo di Maggie Macnab, le immagini del libro che si trovano in rete mi sembrano davvero interessanti. Quasi quasi me lo faccio regalare per Natale...

05 dicembre 2011

Forest Magic Mountain, a Roma una mostra celebra le foreste e la montagna

Whitter Gail D (Canada)
Dobbiamo la nostra vita alle foreste e alle montagne. Tutti, anche quelli di noi che (purtroppo) viviamo lontano dalla natura. Per difendere il patrimonio ambientale e soprattutto quello montano e boschivo, 360 artisti di ogni parte del mondo esporranno le loro opere a Roma, nella sede della Fao, dal 12 dicembre al 20 gennaio 2012. La collettiva, intitolata "Forest magic mountain",è stata promossa dal'associazione culturale "Il Bosco dei Poeti di Dolcé" (Val d'Adige, Verona) e dal suo fondatore Lorenzo Lome Menguzzato, che ha coinvolto il resto dei partecipanti attraverso una chiamata in stile "mail art". Gli artisti che hanno scelto di aderire, infatti, hanno inviato una o due opere da inserire nel percorso espositivo, rispondendo all'invito diffuso mesi fa dall'associazione italiana. L'evento sarà inaugurato l'11 dicembre, in occasione della Giornata Internazionale della Montagna.

Altre informazioni sull'iniziativa e le foto delle opere in mostra sono qui

01 dicembre 2011

Re-Cycle: al MAXXI di Roma protagonista il riciclo d'arte

Il riciclo creativo e artistico è il protagonista assoluto della mostra appena inaugurata al MAXXI Architettura, il Museo nazionale delle arti contemporanee di Roma. Fino al 12 aprile del 2012 (avete davvero tanto tempo per programmare una visita, quindi: niente scuse!) la galleria ospiterà infatti il percorso espositivo intitolato "Re–Cycle, strategie per l’architettura, la città e il pianeta". Disegni, modelli, video, fotografie e prodotti multimediali accompagnano il visitatore alle scoperta dei mille volti del riciclo, presentato per l'occasione a tutte le scale, inclusa quella gigantesca del paesaggio. Tra le tante opere in mostra vi segnalo in particolare la mostra fotografica "Permanent Error" del sudafricano Pieter Hugo, vincitore del World Press Photo 2006: 27 scatti di sicuro effetto che descrivono una sconfinata discarica in Ghana traboccante di rifiuti elettronici provenienti dai Paesi occidentali.

26 ottobre 2011

Virtue of Blue: uno sciame di farfalle... fotovoltaiche

Si chiama Virtue of Blue e non è semplicemente un lampadario. È una vera e propria opera d'arte, tanto che è stata inserita nella mostra "The Curious Image", allestita presso la galleria Blain Southern di Londra. Non solo: Questa specie di farfalla cobalto è anche un esempio di “energy art”, dal momento che è stata realizzata con materiali fotovoltaici. Grazie a questa tecnologia, oltre che un oggetto di design, Virtue of Blue è anche un lampadario autosufficiente dal punto di vista energetico. La scultura fotovoltaica, realizzata dall’artista e designer Jeroen Verhoeven, pesa quasi 40 chili ed è formata da 500 celle solari al cesio che rappresentano altrettante farfalle di 4 specie diverse (pure il riferimento alla biodiversità!). Un raro connubio tra funzionalità, estetica e sostenibilità. Chapeau!

24 ottobre 2011

Cézanne: a Milano in mostra i colori della terra

I ladri e l'asino, 1870
C'è la natura nel suo senso più puro, nella mostra "Cézanne, Les ateliers du Midi", inaugurata qualche giorno fa al Palazzo Reale di Milano, dove rimarrà fino al prossimo 26 febbraio 2012. C'è la terra, con i suoi colori ancestrali e i suoi prodotti, col sudore che tira fuori dalle mani e i suoi i ritmi spietati, ma anche con la leggerezza e la forza di un ventre materno collettivo. D'altra parte, il bisnipote del grande pittore, il critico d'arte Philippe Cézanne, così parlava del suo celebre antenato: «Era un contadino della pittura, un bracciante, nel senso più nobile del termine: perché era infaticabile, capace di camminare venti chilometri al giorno per andare a cercare quel punto preciso della Provenza dove la luce si da architettura». Nelle 40 opere esposte, i colori del suolo, delle rocce e dei paesaggi contadini trionfano senza strafare. In un tripudio discreto che ha tutta la profondità concreta della terra, nella sua accezione più materiale. Un'esperienza perfetta per questi mesi autunnali.

Altre informazioni qui.

13 ottobre 2011

Il paesaggio incantato di Lorrain in mostra a Oxford

Oxford non è esattamente dietro l'angolo, d'accordo. Ma la mostra di Claude Lorrain "Il paesaggio incantato" in corso all'Ashmolean Museum merita forse un weekend oltre confini. Una retrospettiva con 140 opere provenienti da musei e collezioni private di tutto il mondo, che sottolineano tra l'altro l'importanza che la produzione di Lorrain ha avuto su tutta la pittura paesaggistica successiva. Il percorso espositivo, tra l'altro, comprende tutte le 40 incisioni realizzate dall'artista nel corso della sua carriera. La natura, in ogni caso, è la vera protagonista dell'evento, che chiuderà i battenti il prossimo 8 gennaio. C'è tutto il tempo per cercare un biglietto a basso costo!

Claude Lorrain: The Enchanted Landscape 
Ashmolean Museum, Oxford
6 ottobre 2011 – 8 gennaio 2012
Altre informazioni su www.ashmolean.org

29 settembre 2011

Ravenna 2011: incontri, mostre, spettacoli e uno show di "eco magie"

Rifiuti, acqua ed energia. Sono i temi al centro del festival Ravenna2011, in pieno svolgimento nella città romagnola, che fino a domani ospiterà un ricco programma di eventi a tema ambientale. Oltre a conferenze, workshop e laboratori, il festival prevede una serie di appuntamenti culturali, dalla proiezione di cortometraggi a esposizioni "green", da installazioni artistiche a spettacoli teatrali. Tra le tante iniziative in programma vi segnalo, in particolare, la performance di "ecobusking" di Luca Regina, mago, comico e giocoliere: domani (venerdì 30 settembre) si esibirà in piazza del Popolo a partire dalle ore 18 nello spettacolo “Eco Magie”. Ideato in collaborazione con il museo "A come Ambiente" di Torino, lo show vede il protagonista affrontare i temi dell'ecologia e del risparmio energetico dei panni di un divertente mago-giocoliere.

Il festival si concluderà domani, il programma dettagliato degli eventi culturali in programma lo trovate qui.

27 settembre 2011

Il Bosco di Eolo: la prima "scultura eolica" d'Italia

Avete mai sentito parlare di sculture eoliche? Io confesso di aver sgranato un tantino gli occhi quando ho letto per la prima volta del progetto "Bosco di Eolo", una installazione artistica realizzata dallo scultore Pino Castagna nella piazza principale di Cavallerizzo, una frazione di Cerzeto, in provincia di Cosenza.

23 settembre 2011

Toccare per credere: a Milano una tre giorni all'insegna degli insetti

D'accordo, gli insetti non piacciono a tutti. Però rappresentano un tassello fondamentale per la salute degli ecosistemi, e sono estremamente interessanti dal punto di vista fisiologico, sociale e comportamentale. Non solo. Lo stato di salute delle popolazioni entomologiche può rappresentare un indicatore importantissimo dei livelli di inquinamento e delle condizioni ambientali in generale. Non so se questo basta ad accendere il vostro interesse verso questi piccoli, geniali animali, ma se vi fosse venuta voglia di conoscerli meglio vi segnalo la manifestazione "Insetti. Toccare per credere", in programma a Milano dall'1 al 3 ottobre. L'evento è promosso dall'Eco bookshop di Valcucine (in corso Garibaldi 99), che sarà anche la sede delle iniziative e si rivolge agli adulti come ai bambini. Oltre a conferenze e workshop tarate su un pubblico infantile, infatti, sono previsti laboratori di disegno e collage, osservazioni guidate e la presentazione del libro "Il giardino delle farfalle" (Eugea Edizioni, 2010, pagg. 62, euro 9.90) di Gianumberto Accinelli. Andateci e vi innamorerete degli insetti. Toccare per credere.

Il programma della tre giorni si può scaricare qui.

22 settembre 2011

Ansel Adams: a Modena in mostra l'America selvaggia

Ansel Adams
Canyon de Chelly (National Monument, Arizona)
È stata inaugurata in occasione del Festivalfilosofia 2011, la mostra "Ansel Adams. La Natura è il mio regno", dedicata al grande maestro della fotografia americana a poco più di un secolo dalla sua nascita. Allestita a Modena, negli spazi dell'ex Ospedale Sant'Agostino (via Emilia Centro, 228), la retrospettiva è una sorta di viaggio alla scoperta di un’America incontaminata e ancora da esplorare, una rappresentazione per immagini del mito collettivo della frontiera e della natura selvaggia. Dai picchi e le vallate dello Yosemite ai canyon dell’Arizona, dalle foreste di sequoie giganti alle anse dei grandi fiumi, il percorso espositivo rivela la "vera" America, fatta di spazi infiniti e di colori forti, di contrasti stridenti e di scorci senza tempo. La mostra, promossa dalla fondazione Cassa di risparmio di Modena, è la prima iniziativa italiana dedicata ad Adams, e sarà visitabile fino al 29 gennaio 2012, tutti i giorni tranne il lunedì. L'ingresso è gratuito.

Gli orari d'apertura e tutte le informazioni sulle visite guidate li trovate qui.

21 settembre 2011

Torino diventa una "Città tutta verde"

Il prossimo fine settimana, Torino si trasformerà in una "Città tutta verde", grazie all'iniziativa promossa dall'associazione culturale Ladiesbela con il contributo di artisti sensibili alla causa ecologica". Il 24 e 25 settembre, nell’area pedonale di via Maddalene e via San Benigno (zona di Regio Parco / Piazza Abba), sarà possibile partecipare a diversi laboratori dedicati ai temi della natura e del rispetto dell'ambiente. Lo scultore Ettore Favini, ad esempio, realizzerà alcune opere ispirate ad Arcimboldo, mentre Cosimo Veneziano si cimenterà con il mondo dei semi. Nello spazio espositivo WE (Via Maddalene 40/b) sarà invece ospitato il progetto speciale "Artificial Dummies", installazione video di ToDo – Interaction & Media Design, in cui strane forme organiche prendono vita, si riuniscono e fluttuano alla scoperta del territorio. L'eco-festival è stato organizzato con il contributo della Regione Piemonte, la collaborazione della Circoscrizione VI, del centro interculturale delle Donne Alma Mater e di Babyfriendly. Tutti i laboratori, pensati soprattutto per i più piccoli, sono gratuiti, ma per partecipare è necessario prenotarsi all’indirizzo e-mail lacittatuttaverde@gmail.com oppure ai numeri telefonici 347.1575205 e 339.3222298. I posti sono limitati.

Altre informazioni qui.

20 settembre 2011

Premio "Rifiuti in cerca d'autore": ecco i vincitori

MediterRAEEneo di Paolo Nicodemo
(foto Salerno in Arte)
Sono stati proclamati i vincitori della terza edizione di "Rifiuti in cerca d'autore", il concorso internazionale promosso da Salerno in Arte di cui avevo parlato qualche mese fa. Nella categoria "opere realizzate utilizzando rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche", il premio Ecolight è andato a “MediterRAEEneo”, una installazione realizzata con tondini di ferro da cantiere, rete metallica, schede elettroniche, conchiglie naturali e fondi di bottiglie di plastica, con cui l'autore (Paolo Nicodemo, bolognese residente a Marsiglia) spera di invitare a «riflettere sul reale pericolo cui si va incontro se non si salvaguarda in maniera attenta e cosciente il mare». Per la sezione pittura, invece, è stata scelta l'opera “Irrigazione artificiale” di Andrea Ciresola, dedicata al tema dello spreco d'acqua. Per quanto riguarda le opere di design, il premio è stato assegnato alla newyorkese Giorgia Smith per “Il mago e il mare”, una lampada realizzata a partire da un bottiglione di vetro, rifiuti elettronici, vecchi pennelli, bacchette di plastica e  cellophane usato. La nuovissima sezione "narrativa", infine, ha visto trionfare Annalisa Santamaria, con il racconto “Diario di viaggio”. Le opere vincitrici, tutte dedicate al tema dell'edizione 2011, "Acquapura", saranno esposte fino al prossimo 25 settembre negli spazi del complesso monumentale Santa Sofia di Salerno. Successivamente, i lavori premiati verranno inseriti nel catalogo online del Museo del Riciclo di Ecolight. 


Altre informazioni (e le foto delle opere vincitrici) qui.

12 settembre 2011

Francia, torna la paura dell'atomo. Come quella evocata dai "fantasmi" di Luzinterruptus

Credits: Luzinterruptus
Lo spettro di un disastro nucleare è sicuramente una delle paure “moderne” più diffuse. Specie dopo la tragedia di Fukushima (e dopo l'ultimo, recentissimo, allarme proveniente dalla Francia). Sarà per questo che i lutti e l'inquinamento causato dall'atomo continuano a ispirare scrittori, fotografi e artisti. Come Luzinterruptus, l'autore dell'installazione “Radioactive Control", creata qualche settimana fa in occasione del Dockville Festival di Amburgo. Una schiera fluorescente e piuttosto sinistra di 100 manichini con tute e cappucci anti-radiazioni, che sembrano avanzare come spettri senza volto nell'erba alta e scura. Dei veri e propri "fantasmi nucleari", simbolo delle perdite che questa tecnologia ha già causato all'umanità, ma anche delle paure che l'atomo genera nell'immaginario collettivo e nella coscienza personale di ciascuno di noi. Di grande impatto, davvero. Magari anche l'arte contribuirà ad indicarci la strada giusta da seguire (che, almeno secondo me, porta lontano dalle cetrali atomiche...)

Altre informazioni qui.

08 settembre 2011

Messico, scatti d'autore per difendere le spiagge dal degrado

Alajandro Duran, Fuego
Un grido d'aiuto che è anche una provocazione. Washed up è il titolo della serie di fotografie scattate dall'artista Alejandro Duran, messicano di origine e nwyorkese di adozione. Con una serie di scatti artistici, il fotografo ha immortalato le tonnellate di immondizia arenate sulle spiagge della più grande area naturale protetta del Messico, la riserva di Sian Ka'an. Autentico scrigno di natura e cultura, questo paradiso viene invaso ogni giorno da montagne di rifiuti trascinati dalla corrente. Per richiamare l'attenzione su un problema apparentemente ignorato dalle autorità, Duran ha scelto ritrarre le spiagge deturpate in maniera provocatoria, integrando, attraverso l'obiettivo, le lattine, i rottami e le altre scorie nel paesaggio litoraneo. La spazzatura, in questo modo, finisce in qualche modo per confondersi e armonizzarsi con gli elementi naturali, sembrando a tratti addirittura un “abbellimento”. La realtà, naturalmente, è ben diversa, e lo sa bene Alejandro Duran, che spera, con Washed up, di attirare l'attenzione generale sulle sorti delle spiagge di Sian Ka'an.

Altre informazioni qui.

07 settembre 2011

NYC, un artista trasforma le bici abbandonate in vasi per fiori

Si chiama Benard Klevickas ed è, a seconda dei punti di vista, un vero genio o un folle completo. Di "mestiere", fa l'artista-performer, e negli ultimi giorni sta portando avanti una singolare operazione sulle strade di Long Island, a New York. Klevickas, in pratica, recupera i rottami di biciclette abbandonati agli angoli della Grande Mela e li utilizza per realizzare delle vere e proprie fioriere con tanto di terriccio e piantina in perfetto urban style. Non pago, l'eccentrico scultore deforma e attorciglia i suoi "ciclovasi" come soggetti di un quadro surrealista, e poi li lega ai segnali stradali o ai pali della luce. Il risultato estetico potrà forse essere discutibile (ma confesso che a me non dispiace...), ma se non altro l'operazione di Benard Klevickas potrebbe servire ad attirare l'attenzione sul problema delle carcasse di biciclette abbandonate a Long Island e, più in generale, dei rifiuti che invadono le strade delle nostre città.

Postilla: pare che per progettare le sue creazioni, Klevickas si serva di elaborati modelli tridimensionali realizzati al computer. Lascio stabilire a voi se ciò lo rende ancora più geniale o definitivamente matto...

06 settembre 2011

A Bologna in mostra i paesaggi di Maurizio Bottarelli

Maurizio Bottarelli; Paesaggi. Trascrizioni della distanza
Cos'è, se non un vero e proprio incantesimo, il sentimento di libertà ma anche di vertigine che il contatto con la natura genera in (quasi) tutti gli umani? Deve esserne convinto anche l'artista emiliano Maurizio Bottarelli, che dal prossimo 15 settembre espone a Bologna i suoi paesaggi. Si tratta della seconda personale bolognese del pittore di Fidenza, allestita negli spazi di "L'Ariete artecontemporanea". La luce sembra essere la protagonista di queste opere, declinata in modi che sembrano richiamare i numerosi viaggi compiuti dall'autore alla scoperta di terre lontane. Il percorso espositivo di "Paesaggi. Trascrizioni della distanza" è stato allestito da Claudio Cerritelli e comprende tutti lavori inediti. La mostra sarà visitabile fino al 29 ottobre 2011.

Altre informazioni qui.